Sostegno Alimentare

Sostegno Alimentare

L’Emporio della Solidarietà, promosso dalla Comunità Emmanuel di Lecce, è un supermercato solidale, con una superficie coperta di circa 500 mq, che promuove e organizza il recupero di prodotti alimentari, oggetti di spreco, in eccedenza o in donazione e permette attraverso la consegna di un’apposita card, di fare la spesa gratuitamente alle famiglie aventi diritto in rapporto ai loro bisogni. Tale tessera, una sorta di carta di credito a punti, è uno strumento per altre iniziative di solidarietà e di inclusione sociale.
Per le persone già in carico all'Emporio ed impossibilitate a recarsi presso l’Emporio (per motivi di salute documentabili), è stata creata una web app “Spesa Solidale” che permette loro di fare la spesa comodamente da casa e di riceverla presso il proprio comune di residenza. Scopri di più...
0
Nr. Prodotti Raccolti
0
Kg Eccedenze Recuperate
0
€ Donazioni Spesa Sospesa

L'Emporio si alimenta con:
- Raccolte Alimentari -

Attraverso l'impegno dei tenaci volontari, i veri pilastri del servizio, l'Emporio organizza ogni mese delle raccolte alimentari presso i supermercati Eurospin e Conad della città e provincia.

L'Emporio si alimenta con:
- Recupero Eccedenze -

Al fine di contrastare lo spreco dei prodotti alimentari e farmaceutici il 14 settembre del 2016 entrava in vigore La Legge 166 c.d. “antisprechi” o “ Legge Gadda” che ha dettato una disciplina unitaria sul recupero delle eccedenze, sulla donazione e distribuzione delle stesse a scopo di solidarietà e utilità sociale.
Con la Legge di Bilancio 2018 sono state ampliate le categorie di beni rientrati nel campo di applicazione della disciplina in esame.
In particolare, a seguito delle modifiche apportate dalla Legge di Bilancio 2018, i vantaggi di cui all’art. 16 Legge 166/2016 sono applicabili (alle condizioni ivi previste) alle donazioni di eccedenze alimentari; medicinali (così come definiti dalla nuova lettera g-bis) dell’art. 2 della Legge n. 166/2016) articoli di medicazione (così come definiti dalla nuova lettera g-quater) dell’art. 2 della Legge n. 166/2016); prodotti destinati all’igiene e alla cura della persona, prodotti per l’igiene e la pulizia della casa, integratori alimentari, biocidi, presìdi medico chirurgici, prodotti di cartoleria e di cancelleria
Le donazioni devono essere destinate ad enti senza fini di lucro, pubblici o privati, che perseguano finalità civiche e solidaristiche e che realizzino attività d’interesse generale. La donazione non si considera “cessione” ai fini fiscali e dunque non genera ricavi, 
 
consentendo, quindi all’impresa di dedurre tutti i costi ai fini Iva, le operazioni sono equiparate a quelle di distruzione dei beni: nessuna imposta sulle merci in uscita, mentre è riconosciuta la detrazione dell’Iva assolta a monte. Lo scopo principale è stato semplificare le procedure per chi decide di donare. Se la cessione gratuita, considerata nel suo insieme, è di valore inferiore a 15 mila euro o si tratta di eccedenze alimentari facilmente deperibili potrà essere certificata solo con documento di trasporto o titolo equipollente. Negli altri casi è richiesta una comunicazione riepilogativa da inviare per via telematica dal donatore all’amministrazione finanziaria entro il quinto giorno del mese successivo. L’ente beneficiario deve rilasciare la propria dichiarazione attestante l’impegno ad usare i beni in conformità alle finalità istituzionali.
Anche la Regione Puglia il 09/04/ 2018 ha sottoscritto, con l’ANCI regionale e varie Organizzazioni del Terzo Settore, un protocollo d'intesa attuativo della legge regionale “Mennea” n. 13/2017 per il recupero e riutilizzo di eccedenze e sprechi alimentari e di prodotti farmaceutici.
La legge mira ad ottenere un duplice effetto: per un verso, contribuire a diminuire lo spreco di risorse vitali e ambientali e, per l’altro, tentare di alleviare il disagio economico di fasce sociali sempre più vaste della popolazione.

La Spesa Sospesa

Il cliente non deve girare o scegliere tra gli scaffali, ma alla cassa può effettuare un erogazione liberale che viene contabilizzata sullo scontrino nella logica della trasparenza e tracciabilità.

Un metodo innovativo e assolutamente efficiente, quello del progetto che lega l'Emporio della Solidarietà di Lecce e Conad Adriatico 

Il cliente Conad effettua una libera donazione in denaro, direttamente visibile sullo scontrino. Il cassiere digita un tasto "Donazione Emporio" e l'importo si aggiunge al costo della spesa. Il singolo punto vendita Conad, con frequenza mensile, pubblica il resoconto delle donazioni sul sito e sulla pagina Facebook Emporio della Solidarietà di Lecce.

Il ricavato delle donazioni è utilizzato dall'Emporio della Solidarietà per acquistare prodotti che verranno destinati alle famiglie in difficoltà e in stato di bisogno, censite come aventi diritto in base a criteri oggettivi quali reddito, numero componenti famigliari, condizioni di disabilità, etc .

Image
Image
Ringraziamo l'Amministratore Delegato e Direttore Generale Conad Francesco Pugliese e Antonio Ferì titolare del gruppo Idea Distribuzione per aver sposato da subito l'iniziativa con grande entusiasmo. 

Ciò che ha dato il via all’iniziativa è stata la visita in Giugno 2017 all’Emporio del Dott. Pugliese, che accertatosi della trasparenza e tracciabilità del servizio, ha prontamente coinvolto tutto lo staff per avviare il progetto della Spesa Sospesa.

Identità

Via della Ferrandina 1
S.P. Lecce/Novoli 73100 Lecce
Tel. 0832 351949 
Partita IVA: 04107220750
Codice Fiscale: 93002480759
Pec: emporiosolidale@postalcert.it

I nostri social

Copyright © Emporio della Solidarietà 2020. All Rights Reserved. VT Web Designer.

Search

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.